ISPETTORATO DEL LAVORO - controlli in azienda

30 aprile 2020

L’Ispettorato nazionale del lavoro, con nota n. 149 del 20 aprile 2020, in seguito alla circolare del Ministero dell’interno del 14 aprile 2020, ha prescritto ai propri Uffici territoriali di contribuire, su richiesta delle Prefetture, alle necessarie verifiche circa la ricorrenza delle condizioni previste per la prosecuzione (ove consentita) delle attività produttive, industriali e commerciali nell’emergenza da COVID-19

le attività di controllo, alle quali gli ispettori si dovranno attenere per rispondere alle richieste delle Prefetture, non rientrano nell’ambito delle ordinarie attività di verifica effettuate sul territorio, che sono state temporaneamente sospese, ma sono finalizzate ad accertare l’attuazione, da parte dei datori di lavoro, delle procedure organizzative e gestionali oggetto del “protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Nulla vieta che qualora gli ispettori del lavoro siano in presenza di evidenti violazioni di particolare gravità ed urgenza, tali da imporre verifiche immediate in loco, non potranno esimersi dal farle. Stesso discorso anche qualora debbano essere effettuati indifferibili accertamenti di polizia giudiziaria.

Archivio news

 

News dello studio

ott19

19/10/2020

SPID STUDIO SATOR

SPID STUDIO SATOR

Dal 1° ottobre 2020 e` iniziata la fase transitoria di passaggio dal PIN INPS in favore del Sistema Pubblico di Identita` Digitale (SPID).   L'INPS non rilascera` piu` nuovi PIN e cedera`

lug30

30/07/2020

BANDO REGIONE VENETO

BANDO REGIONE VENETO

La Regione Veneto ha pubblicato un bando per incentivare l’occupazione di giovani e stabilizzare i rapporti di lavoro dei dipendenti delle imprese colpite dalla pandemia.  In estrema sintesi

lug30

30/07/2020

PROROGA OBBLIGATORIA CONTRATTI A TERMINE

PROROGA OBBLIGATORIA CONTRATTI A TERMINE

Con la conversione in Legge nr. 77/2020 del Decreto Legge nr. 34/2020 (Decreto Rilancio) è stato introdotto l’art. 93 c 1 bis che dispone l’obbligatorietà della proroga per